About myself

About myself

Io non parlavo
per orgoglio
per dimenticanza.

Io non camminavo
per incuria
per paura.

Forse ero nata senza voce
Forse non avevo nemmeno i piedi.
(ho la memoria cattiva).

Nessun suono
e su nessuna strada:
cadevo da ferma
in perfetto silenzio.

A forza il Tempo nel mio sguardo
ha aperto un varco:
questa ferita negli occhi ora è la mia bocca.
Ma io non grido. Amo.

Riyueren

About myself

 

About myself

 

About myself

 

About myself

 

About myself

 

About myself

 

About myself

 

About myself

 

About myself

 

About myself

Vedere

Of water and sand

Non posso fare a meno di guardare. Non posso fare a meno di cercare, no, non un qualcosa di particolare, di preciso… cerco senza chiedere, voglio soltanto vedere quello che guardo e che mi guarda.

Può essere alle mie spalle, ai miei piedi, in alto… può essere inaspettato, ma quando mi volto, abbasso o alzo gli occhi… io lo riconosco: mi parla di me, è me, anche se ha un altro nome, un nome diverso dal mio… ma tra noi c’è soltanto la distanza di un nome: il suo cuore, la sua anima, non mi allontanano, semplicemente mi rispecchiano e mi fanno vedere quello che anch’io sono, quello di cui anch’io faccio parte, quello di cui anch’io condivido la sorte, i confini, gli orizzonti. Il nome diverso non ci divide, le diversità sono solo apparenza.

Shadow self portrait

 

Shadow self portrait

 

Shadow self portrait

 

Bird cloud

Iris e Ilario

Queste sono foto di gioia, non trovo altra parola per definire quello che provo postandole qui.Per prima cosa ringrazio i miei amici Sonia e Antonio, il papà e la mamma di Iris e Ilario, che mi permettono di pubblicarle.Non c’è niente di più bello che avere sotto agli occhi una documentazione gioiosa del tempo che passa. Ma qui c’è molto di più del semplice “tempo”, qui ci sono il futuro, la speranza, la vita.

Nella prima foto, che risale a tre anni e mezzo fa, c’è, nascosta al calduccio, Iris. Nella seconda foto, un anno dopo, Iris accarezza Ilario, il fratellino che deve ancora conoscere.

Nelle foto successive, scattate due settimane fa, ecco come stanno crescendo il futuro, la speranza, la vita. 🙂

Iris

Iris e Ilario

Iris e Ilario

Iris e Ilario

Iris e Ilario

Iris e Ilario

Iris e Ilario

Iris e Ilario

Il Viaggio

Non sempre serve una fotocamera speciale o un obiettivo luminoso. A volte può bastare una semplice vecchia compattina.

I pensieri, le emozioni, necessitano solo di uno sguardo, purché venga dal cuore: allora non c’è digitale, non c’è camera oscura che tenga, è l’interiorità che rende visibile il suo pensiero e lo fa malgrado ogni ostacolo.

Lo sguardo di una madre non ha bisogno di attrezzature fotografiche eccelse per dire quello che sente.

I nostri figli possiamo accompagnarli solo per un breve tratto: vederli spiccare il volo e allontanarsi riempie di orgoglio ma anche di solitudine. Il viaggio appartiene a loro, non a noi.

Questo è Giovanni che riparte per Freiburg al termine delle vacanze natalizie: ho potuto accompagnarlo solo sino a Milano.

Ho sempre scritto che il viaggio è un movimento dell’anima, inizia prima nell’anima, con un passo invisibile che poi si manifesta lungo il cammino: ora ho capito che ci sono viaggi che iniziano prima nel cuore.

Questo è un viaggio così. Iniziato nel mio cuore: è che anche il mio cuore sembra allontanarsi da me, mentre il treno ci porta via, attraverso luoghi irreali, perché sono luoghi intessuti d’anima e di ricordi.

Buoni orizzonti a te, figlio mio. Tu abiterai terre che nemmeno in sogno io potrò visitare, ma il mio cuore sarà sempre la tua casa e la tua radice.

Il viaggio

 

Il viaggio

 

Il viaggio

 

Il viaggio

 

Il viaggio

 

Il viaggio

 

Il viaggio

 

Il viaggio

 

Il viaggio

 

Il viaggio

 

Il viaggio

 

Il viaggio

 

Il viaggio

 

Sabina Macculi: voce d’anima

Sabina Macculi

La settimana scorsa è stato esaudito un mio vecchio desiderio. Risaliva ai tempi in cui studiavo in Conservatorio: poter visitare un giorno Casa Verdi.

A distanza di quasi 30 anni, ma ce l’ho fatta. E i desideri esauditi sono stati tre: visitare Casa Verdi e poter riascoltare e fotografare Sabina Macculi. 🙂

L’invito mi è arrivato da Sabina.

Di una cosa sono convinta: se gli occhi sono lo specchio dell’anima, il canto è l’anima stessa, cioè la sua voce. La vera voce dell’anima è nel canto.

E l’anima di Sabina si rivela in tutta la sua bellezza quando lei canta. La sua “Casta Diva” è stata da brivido.

La luce non era molta, ma ho cercato di utilizzare quella che si sprigionava dalla sua voce.

Qui troverete anche alcuni momenti dai duetti con il grande baritono Armando Ariostini.

Sabina Macculi, voce d'anima

 

Sabina Macculi, voce d'anima

 

Sabina Macculi, voce d'anima

 

Sabina Macculi, voce d'anima

 

Sabina Macculi, voce d'anima

 

Sabina Macculi, voce d'anima

 

Sabina Macculi, voce d'anima

 

Sabina Macculi, voce d'anima

 

Sabina Macculi, voce d'anima

 

Sabina Macculi, voce d'anima

 

Sabina Macculi, voce d'anima

Per chi volesse sentire la voce di Sabina, ecco un link.

La registrazione che ho trovato risale al 2000 e lei è già splendida. Non avete idea di cosa è ora: incantevole, come la sua anima.

19 Ottobre 2014 – Aperitivo in Concerto – Teatro Manzoni: Jaques Morelenbaum & The Cello Samba Trio feat. Paula Morelenbaum

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

 

JAQUES MORELENBAUM & THE CELLO SAMBA TRIO FEAT. PAULA MORELENBAUM

Il video non è mio, ovviamente: è di Aperitivo in Concerto.