Bosco Semplice

Un semplice bosco

Un semplice bosco con la sua stradina così poco percorsa da essere quasi nascosta dall’erba.

La luce regala oro e verde ai miei occhi. E poi ci sono le zone d’ombra, dove il filo sottile di un ragno ha catturato… un fiore!

Probabilmente ci saranno cinguettii di uccellini e frinire di cicale: per me ormai esiste solo il silenzio, ma non importa.

Assaporo tutto quello che il mio cuore riesce a vedere, ad ascoltare, al di là dei suoni.

Un viaggio semplice. Chi l’ha detto che viaggiare significa allontanarsi da qualcosa o qualcuno?

Un viaggio avvicina, invece. Ti avvicina alle cose, alle persone e soprattutto a te stesso.

In un semplice bosco puoi trovare il punto di partenza per altri itinerari, interiori, intimi. Tutto è come sospeso, come quel filo di ragno: in attesa di un fiore.

Il tempo non conta, quando sei in comunione con tutto quello che ti circonda e con tutto quello che sei. Questo è “appartenenza” e non ha nulla a che vedere con il “possesso”.

Un semplice bosco   Un semplice bosco   Un semplice bosco   Un semplice bosco   Un semplice bosco   Un semplice bosco   Un semplice bosco   Un semplice bosco

Red Petal

“Ecco il mio segreto. E’ molto semplice: non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”. (da Il Piccolo Principe)

Petalo Rosso

 

Petalo Rosso

 

Petalo Rosso Un petalo rosso. Il vento lo ha portato sul mio poggiolo e il vecchio rosmarino lo ha trattenuto con sé per qualche giorno: forse lui ed io avevamo bisogno di una compagnia… colorata.

Poi il vento se lo è ripreso e adesso lo sta portando chissà dove…ma quel che conta ai miei occhi (e forse a quelli del mio vecchio rosmarino) è che per un po’ è stato con noi a rallegrarci lo sguardo.

“Non essere triste – dico a me stessa e al mio rosmarino – ora il nostro petalo rosso porterà il sorriso a qualcun altro”.

“Ah, sì, ma se riusciranno a vederlo – mi ha risposto dal suo vaso la mia vecchia pianta.  

Papaveri

La luce è un sorriso: quando il mio sguardo ci si posa sopra mentre la luce a sua volta si apre sulle cose, dentro di me lentamente è come se sorgesse l’alba, avverto come un chiarore e alla fine scatto foto sorridendo.

Questa mattina, in Piemonte, la luce sorrideva ai papaveri ed io sorridevo a entrambi. 🙂

Il mio più grande desiderio, a parte sorridere, è arrivare, guardando, a capire l’anima delle cose: James Hillman direbbe “l’anima del mondo” oppure “l’anima dei luoghi”.

Comprendere con lo sguardo significa abbracciare, per me.

Il bello di tutto questo è che l’abbraccio viene sempre ricambiato.:)

Soul Poppy

 

Soul Poppy

 

In the fields

 

Soul Poppy

 

Soul Poppy

 

Soul Poppy

 

Soul Poppy

 

Soul Poppy

 

Soul Poppy

 

In the fields

 

Soul Poppy

 

Soul Poppy

 

Petali

Lezioni di Natura: ieri il mio sguardo ha imparato che anche nella fine si può essere Bellezza. Un mare di petali bianchi caduti dal pruno ha abbellito il cemento sottostante. La serie ormai è nota a tutti: “foto sotto casa” (dovrei farne una tag o una categoria) 🙂

Petali

 

Petali

 

Petali

 

Petali

 

Petali

 

Petali

 

Petali

 

Petali

 

Petali

 

Petali

 

Petali

 

Petali