La tua presenza assente

Dreaming

La tua presenza assente
e quel silenzio nelle tue parole,
e quel tuo sguardo
che non mi ha mai vista…
pungono la mia vita, fanno male
ma non sono spine:
mi cadono nel cuore come semi.

Bagno con il dolore questa terra,
dove a passi di lacrima cammino,
giardino invisibile e segreto.
Negli occhi mi germoglia la Bellezza
che tu non sai vedere:
anche i tuoi sogni neghi,
solo perché ti svegli e non ricordi.

Riyueren

Dreamy water

 

Dreamy water

 

Dreamy water

 

Dream

 

Fly a dream

29 thoughts on “La tua presenza assente

  1. Ti ringrazio, Caterina. Diciamo che per mia fortuna questa presenza assente non riesce ad impedirmi di vedere la Bellezza. E dubito ci riesca in futuro. 🙂

    Mi piace

  2. Io, per come sono fatta, sono quasi costretta, se si può dire così, ad esprimere le mie sensazioni, altrimenti sarei veramente malconcia, soprattutto fisicamente. Alla fine diventa tutto una specie di operazione alchemica 🙂

    Mi piace

  3. Alle volte non è necessario essere capaci di dipingere, per dipingere. Nemmeno io so inventare nulla, ma non riesco nemmeno a trasmettere certe sensazioni

    Mi piace

  4. Cara Paola, vorrei essere capace anch’io a dipingerla..certo che con la macchina fotografica si fa molto prima 😉 Sì, non dovendo vivere di fotografia ho la libertà di viverla e basta (e non è poco). Quanto al resto del tuo commento… ti rispondo dicendo che non sono capace a scrivere libri (romanzi, racconti…) perché non so inventare nulla.

    Piace a 1 persona

  5. Caro Fausto, che mi lasci sempre dei commenti …magici, direi…sei un po’ come il magico unicorno dell’altro post. ❤ Getti incantesimi di parole sulle mie parole. Grazie.

    Mi piace

  6. Ci sono circostanze nelle quali le parole risultano eccessive, ingombranti, non necessarie.
    La parola che parla, la parola che nutre il silenzio assomiglia a un vento leggero: si fa notare, ma entra discretamente, scende nel profondo. Non usa toni violenti. Non si impone con l’irruenza del fuoco. Non dilaga con l’irrefrenabile forza dell’acqua. Sussurra, accarezza, passa accanto, ma poi scompiglia, capovolge, scombina, rigenera.
    Scende in profondità, sospinge fino alla sommità: poi, ricomincia.
    Accompagna, aspetta, riscalda, porta dentro.
    Insegna a scrutare, permette di riconoscere, porta luce, ma lascia che ciascuno dia voce alla vita che porta in sé.
    Non si sostituisce, non dà indicazioni, nemmeno risposte, ma suscita solo domande, curiosità e desiderio nuovo, fino a spingere al cammino, alla ricerca dell’inedito.
    Non teme la solitudine, la Parola che alimenta il silenzio.
    Vedere cose belle dove nessuno le scorge: un’impresa che riesce a chi conosce l’alfabeto del silenzio e a chi abita familiarmente spazi alti e solitudini eloquenti, capaci di generare la vita. Udire parole dove gli altri sentono solo frastuono. Tracciare percorsi dove i più vedono solo difficoltà e intralci. Tessere relazioni dove tutti leggono complessità e contrapposizioni. Questa è la sfida affidata a chi sa pronunciare parole che nutrono il silenzio.

    Una parola, il silenzio…

    di Fausto Corsetti

    Con un caro abbraccio

    Mi piace

  7. Vorrei saper dipingere quell’acqua. Foto bellissime, e capisco le tue osservazioni sulla libertà di fotografare quello che si vuole. Le parole sono accorate, spero ci sia un po’ di invenzione

    Piace a 1 persona

  8. la delicatezza delle tue parole segue la placida calma dei tuoi scatti. Un post che rilassa, cullando dolcemente il lettore come una sera di bonaccia in riva al mare. E’ sempre molto bello seguirti. (:-))
    Grazie dei tuoi commenti da me, buona giornata e buona luce. (:-))

    Mi piace

  9. Accorata, nel doloroso
    grido della terra, tra i ricordi
    che hanno fatto il nido.
    Le spine non fanno
    sanguinare,
    è solo una diceria.
    I palpiti invece
    hanno il coraggio
    sgusciano veloci
    per poi incatenarsi.
    E’ stato un sogno o
    solo una diatriba
    laggiù in fondo..

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...