Una vecchia stampa

Ancient print

Riordinando in casa ho trovato questa vecchia stampa. Ci sono parole che vorrei dire e nello stesso tempo tenere in silenzio dentro me, ma le emozioni è meglio esprimerle o almeno cercare di farlo. Ci provo.

Non era mia: la sua proprietaria me l’ha data invece di buttarla via, sapendo che a me piaceva. Ha invece gettato via la nostra amicizia che durava da quando eravamo bambine, ma questa è un’altra cosa, un’altra emozione ancora: il suo posto non è qui.

Mi ha sempre colpito la dolcezza di questo disegno, una dolcezza che mi rendo conto ha a che fare specialmente con la luce: mi basta guardarlo per sentirmi in pace. Probabilmente, al di là dell’iconografia cattolica, qui dentro c’è “qualcosa” che mette ordine nel mio sguardo.

L’ho spolverata (è un po’ malridotta sul retro) e l’ho fotografata velocemente, quasi vergognandomi (mi sembrava di mancare di rispetto) con la compattina (questo spiega l’eccessiva grana, la poca finezza della tramatura del file).

Penso che chi ha raffigurato questa scena abbia cercato di esprimere un’idea, un’emozione, soprattutto.

So di avere uno strano senso del sacro: è più facile che io entri in una chiesa ( non solo cattolica) quando è deserta; è più facile che io preghi ( a modo mio, un po’ come con le foto) in mezzo alla natura, sempre per ringraziare, mai per chiedere; è ancora più facile che io invece di pregare mi metta a fare foto o a scrivere o a cantare (quest’ultima cosa quando davvero sono nei boschi a fare foto e non c’è nessuno) ma per me non fa differenza, io prego così, nei modi che conosco meglio.

Ho il senso del sacro nell’al di qua, perché sull’al di là non mi pronuncio: non possiedo verità alcuna, cerco sempre. C’è più divino in un filo d’erba che si piega nel vento che in certe chiese sfarzose.

Basta.

Ho tenuto queste foto per me, per le cose che ho scritto qui e per altre che non mi sento di scrivere ancora e probabilmente mai scriverò.

Chi mi conosce bene sa che difficilmente scrivo di quello che avviene nel mondo, ma questo non significa che a me non importi: semplicemente ritengo che ci siano altri molto migliori di me a scriverne e a parlarne.

Pubblicare queste foto stasera, per me significa dire addio, dolcemente, ad un piccolo bimbo che è un angelo da quando è venuto in questo mondo: non ha potuto vederlo, non potrà camminarci sopra, e sicuramente non avrebbe mai potuto correre e saltare come abbiamo fatto noi.

Spero che Mir sappia cosa fare quando arriverai, Charlie. ❤

Ancient print

 

Ancient print

38 thoughts on “Una vecchia stampa

  1. Grazie Paola, ho cercato di scrivere qualche parola perché l’emozione era troppo forte… penso che tutti noi siamo rimasti coinvolti da questa vicenda così dolorosa e delicata. ❤

    Liked by 1 persona

  2. Grazie per aver ricordato un bimbo che nessuno ha mai visto e che ognuno ha sentito un po’ suo. Quel disegno rappresenta bene le tue parole, in particolare quando dici “solo per ringraziare, mai per chiedere”. Sono così sereni, la mamma e il suo bambino, sembrano non aver bisogno d’altro. Lo penso anch’io.

    Liked by 1 persona

  3. Grazie Cyrana. Tra non molto faremo dei lavori in casa, tra cui anche la camera da letto e voglio proprio trovare un posto per questa stampa. Adesso al centro c’è la foto di Mir ma devo escogitare qualcosa.

    Mi piace

  4. splendido post, mi ha commossa. Ciao, Signora delle tinte pastello anche quando scrivi 🙂 Il tuo stile accarezza l’anima. Anche a me piace moltissimo quella stampa e mi fa lo stesso effetto che fa a te; ne ho una simile sopra al mio letto e prima è stata su quello dei miei nonni tutta la loro vita di sposi (e anch’io non solo cattolica…). Forse “il qualcosa” è la spiritualità che chi l’ha dipinta è riuscito a trasmettere.

    Mi piace

  5. forse si, forse no. Ma importante e’ non stancarsi mai di porsi domande e di trovare risposte. Il senso della vita e’ la ricerca, qualunque sia la sponda dove approdi 😊

    Liked by 1 persona

  6. Lo so, Transit. Quando guardo questa stampa è come se ascoltassi una musica…anche questi sono altri suoni…Riguardo all’idea di Dio, vorrei tanto che non venisse usata per giustificare la nostra dis-umanità 😦 ma per qualcosa di più alto.

    Mi piace

  7. Diciamo che questo tipo di stampe si presta a due interpretazioni diametralmente opposte. Io questa volta ho cercato di non pensare all’aspetto, come dire? pubblicitario, edulcorato, surreale e anche finto o propagandistico…quando guardo questa stampa, del resto, proprio non ci riesco…io che posso vederla dal vero, posso assicurarti che ha un qualcosa di particolare. Come posso dire? non è la famiglia del mulino bianco, per capirci. Io del resto non conosco la storia di questo oggetto…evidentemente però mi comunica qualcosa…Io penso che oggetti e luoghi finiscano per impregnarsi dell’essenza di chi li ha visitati o tenuti con sé.

    Liked by 1 persona

  8. Cara Alice, grazie per essere passata e per le tue parole. Io volendo sarei al mare, nel senso che ce l’ho abbastanza vicino, eppure sono anni che non ci vado, ma domani….

    Mi piace

  9. Ti ringrazio, cara Giuliana. Sto ancora cercando dentro me, a dire la verità, e non so se arriverò mai alla fine di questa mia ricerca…

    Mi piace

  10. Penso anch’io che ognuno debba decidere: dal mio punto di vista, strettamente personale, è ovvio, io avrei lasciato volare questo piccolo angelo molto prima e tra le braccia dei suoi genitori, non in una clinica…diciamo pure che io stessa preferirei morire a casa mia, ecco. Il caso è delicatissimo, come lo sono tutti quelli che riguardano il diritto ad una morte dignitosa. Certo è che nel nostro mondo a volte si sfiora il paradossale, specie a livello burocratico dove cose che proprio per il dolore che portano con sé dovrebbero essere semplici diventano complicatissime e strazianti. Mi rendo conto che ci vorrebbero altro che un post o un commento per parlarne. Forse il silenzio, il raccoglimento, è la cosa migliore. E mandare un pensiero d’amore a tutti quanti. ❤

    Liked by 1 persona

  11. Al di la dell’icona in sé, penso che tali immagini, nel loro insieme, trasmettano … armonia … rarefatta, muta e … (stranamente) sonora: quella musicalità che ascoltiamo quando siamo immersi lontano dai rumori in paesaggi silenziosi o dell’anima: forse è lì la religiosità che va al di là delle religioni … che pur riconoscendosi, a parole, e storicamente, nelle stragi dei “nemici” dicono che esista un solo dio. Un solo dio, per i credenti, dovrebbe essere un passo avanti, spesso non è così.

    Mi piace

  12. Oggi, in questo mondo anche i bambini diventano un “caso” da trattare pubblicamente, vedi questo angelo o migliaia di bambini e bambine usati ovunque dalla guerra al lavoro al commercio. Non c’è pensiero ed immagine più dolce per lui, per salutarlo. Queste vecchie stampe invece a me non danno un senso di pace, anche quelle che avevo a casa è la stessa cosa, ma non riesco a capirne il motivo ed è da sempre così. Forse perchè sono surreali, o perchè mi sembra tutto finto a cominciare dalla donna sempre così perfetta e sempre sorridente, io la vedrei sempre arcigna e con lo sguardo ironico….

    Mi piace

  13. C’e’ una enorme differenza tra religione e religiosita’ , la prima si acquisisce, la seconda e’ un dono prezioso, la coscenza del nostro io interiore, la nostra vera forza … e credo che tu ne sia abbondantemente dotata ❤

    Mi piace

  14. spesso la religiosità ognuno di noi la esprime a suo modo, non è semplicemente andando in chiesa che ci fa essere cristiani,il tuo sentire la vita, le percezioni del mondo, le esprimi con tatto e sensibilità visiva. In questa immagine raccogli tutte quelle tenere emozioni che fanno dei ricordi dei palpabili attimi da trattenere al cuore.
    La vicenda del piccolo Charlie ha toccato il mondo, la cosa che sconvolge in questa tragica realtà è vedere la freddezza con la quale la burocrazia si muove, quasi fosse un caso giudiziario. Io penso che in certe situazioni dovrebbe prevalere l’amore della famiglia, la volontà dei genitori a mio avviso dovrebbe venire prima di qualunque Corte. Ma evidentemente non è sempre così.

    Grazie del commento da me, ti ho risposto là, buona giornata e sempre buona luce. (:-))

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...