Gioco di vento e di parole: cambio di vocale.

Segni. Le parole sono (soltanto?) segni. Sono le orme che i pensieri ti lasciano fra le dita. Tracce che servono alle emozioni per trovare la strada di casa, dopo che il cuore le ha cacciate via e gli ha chiuso la porta in faccia (non ha più vent’anni, poverino: non ce la fa a sopportare tutta quella confusione).

Segni. Ma basta che il vento di un pensiero impertinente…(eccolo che arriva!) si infili in una vocale soltanto, la strapazzi un poco, ci soffi dentro, la gonfi a mo’ di palloncino… e le parole sono diventate … “sogni”.

E cosa succede, quando le parole si trasformano in sogni?

Succede che tu alzi gli occhi al cielo notturno mentre porti fuori il cane e ti trovi proprio lì, sopra la tua testa, incorniciato da un piumaggio di foglie ombrose, un bellissimo geco aggrappato al lampione.

A gecko in the moon

E cosa sta facendo, il bellissimo geco? Sta cercando di convincere moscerini e falene che quella è la luna, non una luce qualunque. E li invita a visitare la luna viaggiando con lui, che possiede addirittura un’astronave, anche se non specifica che si tratta della sua pancia.

Dopo quattro notti consecutive in cui, rischiando di cadere dalle scale insieme al cane per guardare in aria, si è visto il geco circumnavigare indisturbato la sua luna lampione (una notte qui, una notte più in là, ora in verticale, ora in orizzontale) il lampione è tornato lampione e il geco è sparito.

Forse nel boschetto si è sparsa la voce che raccontava bugie? eh, erano un po’ troppo corte, quelle zampette…

Oppure…

Che sia andato davvero sulla luna, magari in cerca di extrafarfalle aliene?

Forse, molto più semplicemente, il vento dell’altra sera, così impetuoso, avrà rimesso a posto qualche vocale… e le parole sono tornate ad essere “segni”.  🙂

A gecko in the moon

 

A gecko in the moon

26 thoughts on “Gioco di vento e di parole: cambio di vocale.

  1. Grazie. Subito credevo fosse facile…e così è stato per queste prime foto. Ora invece i gechi si sono moltiplicati: ieri sera due su un lampione e uno sul solito. Ma appena provo a scendere le scale scappano via come fulmini.Vanno addirittura dentro al lampione…

    Liked by 1 persona

  2. davvero suggestivi i percorsi fotografici nei quali ci accompagni, l’unicità del tuo saper vedere oltre la banalità di un attimo è qualcosa di unico, un’arte della quale devi andar fiera. Bravissima!!!
    Buon wek end e buona luce (:-))

    Mi piace

  3. Te sei capace di farlo tornare!!!!!!Buon fine settimana anche a te. Qui da noi c’è stato un via vai di nuvole e nuvoloni, poi stasera un tramonto rosso, ma di un rosso strano che t’incanta.

    Mi piace

  4. Grazie Fulvia. ❤ Penso che scritti e foto stiano bene qui e anche nel pc, non saprei proprio dove altro metterli.Sono contenta se qualcuno li legge. Questo l'ho scritto proprio poco fa. 🙂 Ti auguro un sereno fine settimana (qui c'è un ventaccio…proprio come quello che ho de-scritto prima) Più tardi vado a vedere se il bellissimo geco è tornato dalla luna..

    Liked by 1 persona

  5. Che meraviglia Susanna. Scusa se lo ripeto, ma è qualcosa di magico e di così bello quello che hai scritto e quando si arriva alla fine si ha il cuore pieno di poesia e di musica sì, non so perchè ma è come se le tue parole miste ai tuoi sogni sussurrassero una melodia dolce. Grazie; sai dovresti raccogliere questi tuoi scritti, sono bellissimi ed unici come le tue fotografie.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...