In Villa Durazzo Pallavicini: Presenze n°2

Villa Durazzo Pallavicini: Presenze

 

Villa Durazzo Pallavicini: Presenze

 

Villa Durazzo Pallavicini: Presenze

 

Villa Durazzo Pallavicini: Presenze

 

Villa Durazzo Pallavicini: Presenze

 

Villa Durazzo Pallavicini: Presenze

 

Villa Durazzo Pallavicini: Presenze

 

Villa Durazzo Pallavicini: Presenze

 

Villa durazzo Pallavicini: Presenze

 

Villa Durazzo Pallavicini: Presenze

 

Villa Durazzo Pallavicini: Presenze

 

Villa Durazzo Pallavicini: Presenze

Solo poche righe e alla fine del post.  Le “presenze” hanno solo bisogno di sguardi che siano abbracci e carezze. Hanno bisogno non di parole, perché si fanno troppi discorsi, oggi, nel mondo: le “presenze” hanno bisogno di silenzio e di ascolto.

E l’amore è tutto questo: sguardo, silenzio e ascolto.

E chi l’ha detto che tutto questo non sia anche parola? ci sono parole senza suono ma con tanto cuore .

Ps. Le foto sopra sono state scattate agli esterni della Coffee House in Villa. Vi segnalo qui le ultime iniziative.

18 giugno ore 10: i significati esoterico-massonici del parco

 

Aperitivo in Paradiso: 25 giugno ore 19:15

 

Villa Durazzo Pallavicini: Presenze

16 thoughts on “In Villa Durazzo Pallavicini: Presenze n°2

  1. Caro Daniel, tu ed io sappiamo bene che la fotografia ha a che fare, come penso tutte le arti in genere, (dove per “arte” intendo l’espressione creativa della persona) con il tipo di sguardo che ognuno di noi ha ( e ogni fotografo grande o piccolo che sia ha il suo modo). Sicuramente io ho visto la Villa per come sono anche interiormente. Può darsi che pure io abbia un po’ di ragnatele e crepe all’interno, ma fanno ormai parte di me. ❤

    Mi piace

  2. When I look at these images, I hear music, not with words, but rather the mournful obbligato of a stringed instrument. They also speak to me without words, each in a different voice.

    The fact that they are not in a pristine condition renders them more approachable, like the villa itself. I hope this quality of the villa will always remain.

    I love the allegorical elements. Oh, there is so much to learn about the villa…thank you, my dear friend, for sharing what you have witnessed. ❤️

    Liked by 1 persona

  3. Grazie Paola. Ti consiglio davvero di partecipare ad una visita sui significati esoterico massonici del Parco, perché merita. Basta seguire sulla home della Villa i vari eventi a mano a mano che vengono pubblicati. Bisogna prenotare telefonicamente e ora direi anche che c’è sempre la possibilità di fermarsi alla Casa delle Tortore per l’aperitivo ma anche per il pranzo. Ho visto che a Luglio ci saranno anche diversi concerti.

    Liked by 1 persona

  4. Cara Fulvia, intanto grazie per aver colto così bene il mio pensiero, che vede insieme l’essere umano e la Natura. In questo caso, le statue raffigurate non rappresentano personaggi storici. Si tratta invece di Leda, Pomona, Flora ed Ebe ( di quest’ultima non ho inserito la foto) mentre nei due bassorilievi sono raffigurati l’Autunno e la primavera. Però chissà che i volti di queste splendide statue non siano stati ispirati da qualche persona reale.
    Nella prima foto si vede la targa commemorativa in ricordo della visita della regina Maria Teresa di Sardegna nel 1846.

    Liked by 1 persona

  5. Caro Max, per prima cosa grazie anche a te per la puntualità e generosità del tuo seguirmi.
    Ti racconterò una cosa: diverso tempo fa ero a far foto a Staglieno e, girando qua e là, sono capitata per caso in una galleria dove stavano appunto restaurando un bassorilievo. Abituata come sono a vedere le statue di Staglieno in un certo modo… tutto quel bianco, tutto quel pulito mi ha fatto una strana impressione. Onestamente, se non fosse che mi rendo conto che senza un restauro-pulizia le sculture si deteriorerebbero, io le preferirei con la patina del tempo e con le ragnatele. Amo fotografare le sculture proprio per questo, per il tempo che s’imprime su di loro così come fa su di noi…magari loro hanno le ragnatele e noi le rughe…
    Buona luce anche a te! ❤

    Mi piace

  6. Mi ha colpito molto il presentare l’essere umano e la Natura insieme, come se non si potesse rappresentare l’uno senza l’altra, tutto è dono e offerta, ma anche fonte di Gioia. I volti sono meravigliosi, chissà se qualcuno raffigura qualche personaggio realmente esistito. Sono lì, fermi, immobili, eppure nessuno come queste figure esprime movimento, emozioni, allegria.

    Liked by 1 persona

  7. un’altra magnifica pagina fotografica del tuo percorso in Villa, il bianco e nero toglie anche molte imperfezioni alle varie statue. La cosa che ho notato visitando la Villa e soffermandomi sulle varie statue è la sporcizia che le ricopre, sarebbe utile che venissero ripulite, per tornare a donarle quella bellezza che le ha viste nascere.
    Sul fronte parole sono d’accordo con te, spesso ci sono sensazioni, attimi, che non hanno bisogno di lunghe descrizioni, bastano delle belle immagini, come quelle che noi fotografi portiamo a casa dopo ogni singola giornata. (:-))
    Grazie dei commenti da me, buona giornata e buona luce. (:-))

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...