Da una sponda all’altra

Villa Durazzo Pallavicini: Il Ponte Romano.

Villa Durazzo Pallavicini: Il Ponte Romano

Da una sponda all’altra, ombre
e solo di passaggio
corrono a ricordi d’acqua.

Il pensiero di te
lega la riva del mio giorno
alla sabbia della notte.

Cammino.
Cadono le foglie
dal ramo disadorno del mio cuore.

Ma la speranza è un ponte
che mi riunisce al tempo che era nostro.

In fine, bagnata dalla luce,
questa mia strada è un’onda
che mi porta al largo
senza bisogno d’ancora e di vela.

Riyueren

Villa Durazzo Pallavicini: Il Ponte Romano

 

Villa Durazzo Pallavicini: Il Ponte Romano

 

Villa Durazzo Pallavicini: Il Ponte Romano

 

Villa Durazzo Pallavicini: Il Ponte Romano

 

Villa Durazzo Pallavicini: Il Ponte Romano sul Lago Grande

 

Villa Durazzo Pallavicini: Il Ponte Romano sul Lago Grande

 

22 thoughts on “Da una sponda all’altra

  1. Ti dirò: mi succede quasi sempre. 🙂 evidentemente l’essere diventata mezza sorda ai suoni del mondo ha reso il mio udito inspiegabilmente sensibile ad un altro genere di suoni. 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Carissima, le mie foto sono “light” (& “shadow”)… io però apprezzerei tanto anche le tue, di creazioni, che per me non sarebbero di certo “light”…ma farei volentieri uno strappo. 😀

    Liked by 1 persona

  3. Caro Max, grazie a te: sei sempre presente qui su Mutazioni e sempre generoso e gentile nei miei confronti. Mi piace venire da te: io non sono paesaggista e quindi cerco di capire e imparare.

    Mi piace

  4. Li amo molto anch’io…e credo si veda anche troppo. 🙂 Naturalmente gli originali sono a colori, io poi converto in b/n e lì, oltre a “vedere”…”sento”.

    Mi piace

  5. Mah… molto più probabilmente sarà perché finisco per vedere e fotografare cose che hanno magia al loro interno. La scelta è mia, ovviamente…ma sempre più spesso ho come l’impressione di non essere io a scegliere.

    Liked by 1 persona

  6. La Natura è poesia, è ricordo, lontananza, speranza, ombra e Luce, hai fermato benissimo tutto questo, una meraviglia fra immagini e parole. Grazie per queste foto, degli scorci d’incanto.

    Mi piace

  7. incontri di luci ed ombre, ponti che uniscono ricordi, percezioni, sensazioni legate alle ataviche vicende del nostro passato. Adoro questo tipo di fotografia, questa ricerca del mistero, questo avvicinarsi di parole che viaggiano all’unisono con la meraviglia dell’arte fotografica.
    Bellissimo post, complimenti!
    Grazie per i commenti da me, buona giornata e buona luce. (:-))

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...