In cerca del vento ( I’m looking for the wind)

Misty

 

In cerca del vento (I'm looking for the wind)

Vado in cerca del vento. Il verde dell’erba è un colore molto vivo, nella nebbia che sale a sbuffi dal fondovalle: il cielo sembra un’immensa nuvola chiara scesa ad abbracciare la terra.

I miei occhi cercano il vento. Il problema è questo: rendere visibile quello che non si vede, per abbracciare l’inafferrabile.

Come molte altre cose invisibili, il vento si manifesta nell’incontro con l’altro (l’erba sul ciglio della strada, in questo caso): da quello che i tuoi occhi possono vedere si può dedurre la qualità della presenza… o dell’assenza.

Così avviene anche dentro di noi, quando le emozioni incontrano le parole che abbiamo imparato studiando la nostra lingua e poi vediamo con l’occhio del cuore i pensieri muoversi come l’erba al vento. E ancora quando il respiro incontra le parole e si trasforma in suono. O quando lo sguardo incontrando il mondo fa scaturire luce (dai tuoi occhi e da quello che stai osservando) e la luce crea forme e ombre e tutto questo ti spinge a guardare ancora e più interamente, più internamente.

Così che tutto in noi si fa incontro, movimento. E danza.

E il vento dell’amore incontra la solitudine: la fa danzare come un filo d’erba, come un fiore, la trasporta e la dissolve come una nuvola.

In cerca del vento (I'm looking for the wind)

 

In cerca del vento (I'm looking for the wind)

 

In cerca del vento (I'm looking for the wind)

 

In cerca del vento (I'm looking for the wind)

 

In cerca del vento (I'm looking for the wind)

 

In cerca del vento (I'm looking for the wind)

 

In cerca del vento (I'm looking for the wind)

19 thoughts on “In cerca del vento ( I’m looking for the wind)

  1. Ti ringrazio,Marta.Certe volte mi viene voglia di provare a rendere visibili delle cose che non hanno una fisicità…il vento…oppure i pensieri…

    Mi piace

  2. Ne sono felice.Ho deciso cosa fare con i miei due blog, finalmente.Qui le foto e i pensieri (tanto ormai foto e parole stanno diventando una cosa unica, unitaria)… di “là” solo le poesie anche se con una foto o al massimo due (una all’inizio e una alla fine) 🙂

    Liked by 1 persona

  3. Io stavo afferrando i miei ricordi… che con l’età diventano “inafferrabili”… e a volte si necessita di occasioni come questa per riportarli alla memoria!
    Un abbraccio a te :-)c

    Mi piace

  4. no, non afferrare…abbracciare…è diverso…quello che è inafferrabile si può soltanto abbracciare. 🙂 Grazie per i tuoi ricordi che aggiungono emozione ai miei. ❤

    Mi piace

  5. Afferrare l’inafferrabile… credo che bisogna solo chiudere gli occhi e rovistare nella propria memoria, cercando di ricordare quei momenti vissuti provando queste tue stesse emozioni.
    Riesco a percepirne anche l’odore, un po’ umido poiché quella volta il vento aveva portato anche la pioggia…
    serena domenica :-)c

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...