“Fotografia consapevole” di Simona Guerra

copertina-libro-GRANDE

In attesa di partire per Morro d’Alba, sto trascorrendo questi giorni in compagnia di un libro. Non è certo la prima volta: è da una vita che le parole scritte sono come amiche, per me, ma a queste in particolare sono talmente legata da portare il libro che le contiene sempre con me, nella borsa insieme alla macchina fotografica.

Sì, perché questo è un libro dove, pur non essendoci molte immagini, si parla di fotografia, ma se ne parla in un modo che mi ha molto colpita (come sempre quando tra le righe io intuisco l’amore: amore per la fotografia e amore per la scrittura). E soprattutto se chi scrive, Simona Guerra, lo fa come se parlasse a ciascuno di noi, con semplicità ed estrema chiarezza.

05-SIMONA GUERRA web                                                       © Simona Guerra

Leggo e rileggo: ogni singola frase cade in me e genera riflessioni ulteriori.

Simona vive letteralmente la fotografia, sia per lavoro (docente di Linguaggio fotografico e Storia della Fotografia, archivista, curatrice di mostre ed eventi sulla fotografia, autrice di saggi e romanzi) sia per legami familiari (è nipote del grande Mario Giacomelli).

Ho conosciuto Simona Guerra proprio grazie al bellissimo libro ” Mario Giacomelli.La mia vita intera” curato da lei per Mondadori.

Con questo suo ultimo libro “Fotografia Consapevole. Scrittura e fotografia si incontrano” edito da Micropress e distribuito da In-con-tra, Simona ha portato in dono a tutti noi la sua esperienza di vita: scrivo così perché credo di aver capito quanto in lei fotografia e vita siano strettamente legate, in sinergia, come anche la scrittura.

09-SIMONA GUERRA web                                                        © Simona Guerra

In queste pagine la macchina fotografica non è più un oggetto meccanico, si trasforma in qualcosa di molto più grande e al tempo stesso intimo e profondo. È come se quel suo permetterci di gettare uno sguardo sul mondo ci offrisse contemporaneamente anche la possibilità di gettarlo al nostro interno.

La fotografia consapevole nasce “dal profondo bisogno di esprimersi”: “non conta molto la bellezza delle immagini quanto piuttosto il senso che esse hanno per chi le scatta”.

01-SIMONA GUERRA web                                                        © Simona Guerra

Fotografia consapevole come “un nuovo genere di scrittura” che, a differenza della parola scritta, “un sistema di segni che dobbiamo apprendere”, è “basata sulla visione e dunque su un sistema primordiale, innato, di conoscenza del mondo”.

Simona rende consapevole il lettore sia del valore “meditativo” della macchina fotografica sia della “freschezza istintiva” di uno smartphone.

08-SIMONA GUERRA web                                                         © Simona Guerra

E la prima parte del libro continua offrendoci moltissimi spunti di riflessione (soprattutto sulla fusione tra fotografia e scrittura)… e di espressione, che spero vorrete scoprire pagina dopo pagina così come ho fatto io.

Un cartoncino rosso separa la prima parte del libro dalla seconda: questa è, se possibile, ancora più intima. In un certo senso Simona apre per noi, anche in senso letterale, alcuni cassetti della sua anima: pensieri e foto (certi splendidi collages che lei chiama “lavoretti”) si offrono ai nostri occhi e lo fanno con dolcezza.

Questo soprattutto ho apprezzato in “Fotografia consapevole”: l’estrema delicatezza nell’offrire e nell’offrirsi. Sono pagine e parole persistenti come un profumo.

04-SIMONA GUERRA web                                                         © Simona Guerra

03-SIMONA GUERRA web                                                        © Simona Guerra

02-SIMONA GUERRA web                                                       © Simona Guerra

06-SIMONA GUERRA web

                                                         © Simona Guerra

07-SIMONA GUERRA web

                                                         © Simona Guerra

 

10-WILSON SANTINELLI web                                                      © Wilson Santinelli

11-WILSON SANTINELLI web                                                        © Wilson Santinelli

 

 

Fotografia Consapevole

3 thoughts on ““Fotografia consapevole” di Simona Guerra

  1. Credimi,è davvero un libro sulla fotografia molto interessante per gli aspetti che prende in considerazione.Ho trovato non pochi spunti per una crescita personale.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...