Visioni milanesi: Naviglio Grande, riflessi e dintorni

Visioni milanesi

 

 

 

 

Visioni milanesi

 

 

 

 

Visioni milanesi

 

 

 

 

Visioni milanesi

 

 

 

 

Visioni milanesi

 

 

 

 

Visioni milanesi

 

 

 

 

Visioni milanesi

 

 

 

 

Visioni milanesi

 

 

 

 

Visioni milanesi

 

 

21 thoughts on “Visioni milanesi: Naviglio Grande, riflessi e dintorni

  1. questa è Arte! Anche un po’ magia… Saper cogliere la bellezza particolare di alcuni scorci di una città che nel complesso non si può dire sia bella non è da tutti. In genere ci riescono solo i milanesi 🙂

    Mi piace

  2. Sono d’accordissimo con te Riyu sul fatto che la fotografia sia un gioco di sguardi!
    E questi tuoi sguardi, soprattutto i riflessi, sono sensazionali, mi attirano come non mai, insieme ai loro colori intensi e caldi.

    Che sia una bellissima settimana, ciao ciao

    Mi piace

  3. è quello che amo delle immagini ….di qualsiasi tipo si tratti, lascio che saturino il mio sguardo per andare oltre , li dove possono solleticare emozioni o ricordi e farmi dire “ah si che bello!!!!”

    Mi piace

  4. l’arte della fotografia non è di tutti – tu invece fai parte di essa e ti appartiene – entusiasta sono delle tue foto dal primo giorno che per caso ho avuto modi di visionare.

    Mi piace

  5. Io penso, credo, che la fotografia sia un gioco di sguardi, tra chi scatta ed il soggetto. Ma anche tra chi scatta e il proprio interno.
    Nelle immagini io metto a fuoco me stessa…e lo faccio prima di ogni scatto, con l’aiuto del soggetto…che a volte addirittura mi “chiama” quando sono voltata di spalle, considerando che sono ipoacusica…è una cosa singolare.

    La texture (io le adopero pochissimo, a dire la verità quasi mai) sovrapposta con “brucia lineare” mi dava un’emozione..calore e armonia e forza…insomma, l’immagine era perfettamente d’accordo 😉

    Mi piace

  6. Non è buffo, anzi. Io credo che portiamo in ogni scatto le nostre sensazioni e i nostri stati d’animo di quel momento preciso. La prima collaborazione è nella scelta dell’inquadratura, la seconda nello sviluppo della foto. La scelta dei toni rispecchia la nostra emozione 😉
    Non avevo capito che nella foto del riflesso sui navigli tu avessi utilizzato una texture, pensavo fosse solo riflesso, però il risultato è ottimo, quindi bravissima! 🙂

    Mi piace

  7. Verrò a vedere i tuoi riflessi con piacere, mi piacciono molto. Se prometti di non ridere…ti “svelo” un segreto: a parte che anche lì c’è la stessa texture dell’ultima foto…ma sempre quando elaboro io lascio fare all’immagine…nel senso che è il soggetto che mi ferma quando è soddisfatto, anche se io volessi “andare oltre” non mi è possibile. Buffo, vero? 🙂
    Una specie di “collaborazione” tra i miei scatti e me.

    Mi piace

  8. Sì, anch’io quando vedo dei bei riflessi gioco a capovolgere l’immagine (ne ho fatto anche una galleria sul mio blog 😉 )
    Trovo i colori di quella tua fotografia assolutamente splendidi, così carichi eppure non stucchevoli.

    Mi piace

  9. Grazie, Pat…era un’ora che mi ha fatto arrabbiare non poco per via della luce..verso le 11 del mattino…ma alla fine, come faccio sempre, sono riuscita ad adattarmi alla luce che ho trovato…;)

    Mi piace

  10. tutte molto belle, ma le mie preferite sono la numero 4, che ricorda un quadro impressionista, e l’ultima, per il punto di ripresa e l’effetto “antico”.
    Ciao, Teresa

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...