Lightroots:”Segni di luce nelle stanze dell’io” Portfolio

Ecco il portfolio che ha vinto a Sestri Levante. L’ho presentato insieme a questo scritto.

Lightroots: “Segni di luce nelle stanze dell’io”

 

Le foto, le immagini, non sono nient’altro che specchi: una danza di sguardi… un “passo a due”, sempre.

… perché le foto non sono soltanto “occhi che hanno visto” ma anche e soprattutto “occhi che ti guardano”.

In queste foto non ci siamo soltanto la mia famiglia ed io… ci sono molti occhi, qui, molti sguardi.

Sul muro non ci sono assenze… quello che i miei occhi vedono fa parte di me, mi ha intrecciato d’anima e di carne.

Sul muro il mio sguardo ha cercato di cogliere la luce delle sue lontane radici.

Anche quando la luce illumina un sorriso ed il resto della foto è in ombra… lo sguardo c’è, sempre.

 

“Quando il mattino scioglie le sue ombre,

rigano il muro i volti del mio sangue.

Un mormorio di luci spegne il Tempo:

sguardi e pensieri, eterni nel silenzio,

come radici nutrono i miei occhi,

stanze dell’io, dove si gioca i sogni

una bambina nello specchio nudo.”

Susanna (Riyueren)

 

 

Lightroots:"Segni di luce nelle stanze dell'io

 

 

 

Lightroots:"Segni di luce nelle stanze dell'io

 

 

 

Lightroots:"Segni di luce nelle stanze dell'io

 

 

 

Lightroots:"Segni di luce nelle stanze dell'io

 

 

 

Lightroots:"Segni di luce nelle stanze dell'io

 

 

 

Lightroots:"Segni di luce nelle stanze dell'io

 

 

 

Lightroots:"Segni di luce nelle stanze dell'io

 

 

 

Lightroots:"Segni di luce nelle stanze dell'io

 

 

 

Lightroots:"Segni di luce nelle stanze dell'io

 

 

 

Lightroots:"Segni di luce nelle stanze dell'io

 

 

 

Lightroots:"Segni di luce nelle stanze dell'io

 

 

 

Lightroots:"Segni di luce nelle stanze dell'io

 

 

 

Lightroots:"Segni di luce nelle stanze dell'io

 

 

 

Lightroots:"Segni di luce nelle stanze dell'io

16 thoughts on “Lightroots:”Segni di luce nelle stanze dell’io” Portfolio

  1. E’ così, sul muro non ci sono assenze e mi ricordo di quando parlavi delle Donne della tua famiglia ed hai voluto fare proprio un omaggio a loro! Bellissimo! Un abbraccio

    Mi piace

  2. anch’io amo la magia dei giochi di luce attraverso persiane e tapparelle.
    L’amore è anche arte e l’arte è anche magia; hai dato “vita” a quelle immagini: di solito le foto di quell’epoca appartengono irrimediabilmente al trapassato remoto, sono statiche e polverose, senza energia; tu le hai animate e sembra di essere di fronte a persone vive.

    Mi piace

  3. Ti ringrazio. Si trattava soprattutto di meraviglia e stupore, mentre andavo fotografando quei segni di luce che legavano me ed i miei familiari in un comune abbraccio. Realizzare questo portfolio è stato come fare un bagno di luce non tanto al mio corpo, ma anche e soprattutto alla mia anima.

    Mi piace

  4. Sono così rilassanti quei giochi di luce che avvolgono le cose ed accarezzano i corpi! Sembra quasi che siano desiderati come una fonte di sollievo…

    Mi piace

  5. commentarlo ? non serve ! le foto parlano da sole e sono talmente belle che non smetterei mai di guardarle, Bravissima tu e brava la giuria che ti ha premiato.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...